II Covid-19 - Circolare 23.03.2020

II CIRCOLARE  IN RELAZIONE AL COVID-19 (Coronavirus)

 

INFORMAZIONI IMPORTANTI PER TUTTI I CITTADINI

_______________________________________________

 

Cari concittadini,

Di seguito riportiamo delle nuove misure introdotte dall’Autorità federale e da quella cantonale per contrastare la diffusione del Covid-19:

Servizi della Cancelleria Comunale

Gli sportelli della Cancelleria saranno chiusi al pubblico a partire dal 18 marzo fino a nuovo avviso. Il personale dell’Amministrazione comunale continuerà a garantire i servizi di base che saranno erogati attraverso il telefono, l’e-mail e la posta. L’accesso alla Casa comunale sarà sempre possibile, tuttavia previo appuntamento ed unicamente per pratiche urgenti e per le quali è necessaria la presenza fisica dell’utente/cittadino.

Il Municipio e la Cancelleria comunale continueranno a garantire un’informazione costante ed accurata alla popolazione, in aggiunta ed a complemento delle informazioni emanate dalle Autorità federali e cantonali.

Raccomandazioni sullo smaltimento dei rifiuti

L’UFAM ritiene assolutamente necessario garantire la sicurezza dello smaltimento anche in una situazione straordinaria come questa, dato che esso rientra nell’approvvigionamento di base della popolazione. Il rispetto delle raccomandazioni seguenti emanate per la popolazione, e in particolare il rispetto delle norme igieniche e di prevenzione delle infezioni nel quadro della protezione dei collaboratori, consentono di mantenere lo smaltimento dei rifiuti e di ridurre al minimo i rischi di contagio da Coronavirus. L’UFAM raccomanda ai Cantoni ed ai Comuni, nella loro funzione di autorità esecutive, le seguenti misure sullo smaltimento dei rifiuti:

La raccolta comunale dei rifiuti urbani e degli scarti vegetali provenienti dalle economie domestiche deve essere garantita. Alla popolazione si raccomanda quanto segue: o Le economie domestiche devono raccogliere rifiuti come le mascherine, i fazzoletti, gli articoli d’igiene, i fazzoletti di carta e metterli in un sacchetto di plastica subito dopo il loro uso. o I sacchi di plastica devono essere chiusi con un nodo ma senza essere pressati e posti in un raccoglitore dei rifiuti munito di coperchio. Detti raccoglitori contengono il sacco dei rifiuti del Comune. o I sacchi del Comune sono chiusi con un nodo e smaltiti come rifiuti dal servizio comunale di nettezza urbana. o Le economie domestiche con persone ammalate o in quarantena devono rinunciare alla raccolta separata dei rifiuti come la facevano precedentemente. Le bottiglie in PET, le confezioni in alluminio, la carta riciclabile ecc. devono essere smaltite nel normale sacco insieme agli altri rifiuti domestici, al fine di escludere pericoli di contagio. A tali economie domestiche si chiede inoltre di evitare il conferimento degli scarti vegetali nell’apposita raccolta o nell’impianto di compostaggio, ma di smaltirli insieme agli altri rifiuti domestici.

Si invita inoltre la cittadinanza a recarsi presso i punti di raccolta solo se assolutamente necessario. I rifiuti non degradabili e puliti destinati alla raccolta separata devono essere conservati il più possibile a casa. L’incenerimento dei rifiuti in giardino e nel caminetto di case rimane vietato.

Misure a favore delle persone anziane

Con decreto 1567 del 20 marzo 2020, il Consiglio di Stato ha decretato, in relazione alla popolazione anziana, quanto segue:

“per le persone che hanno compiuto 65 anni e per i gruppi definiti vulnerabili e quindi particolarmente esposti al rischio di complicazioni gravi che possono metterne in pericolo di vita, è disposto quanto segue:

-        devono preferibilmente restare a casa;

-        devono evitare di accudire minorenni;

-        per gli acquisti sono invitati a farsi aiutare da parenti od a usufruire dei servizi comunali appositamente organizzati per la consegna a domicilio della spesa; è di conseguenza fatto loro esplicito divieto di recarsi personalmente a effettuare acquisti;

-        possono uscire per motivi medici, per improrogabili motivi di lavoro nell’ambito di un’attività autorizzata e per svolgere attività motoria rispettando le norme igieniche accresciute e di distanza sociale;

-        possono utilizzare il trasporto pubblico solo per necessità mediche o professionali;

-        sono proibiti gli assembramenti organizzati o spontanei con più di cinque persone”.

In seguito al Decreto di cui sopra, il Municipio in collaborazione con Migros Ticino, succursale di Grancia, ha istituito un servizio di consegna gratuito di beni essenziali a favore delle persone anziane.

Per usufruire del citato servizio, i richiedenti sono invitati a contattare la signora Kim – tel. 079 409 90 53 –  dalle ore 08.00 alle ore 10.00, sabato e festivi esclusi, che provvederà ad inoltrare la relativa ordinazione alla Migros.

La consegna della spesa sarà effettuata da un incaricato comunale direttamente al domicilio davanti alla porta, previo avviso (campanello e/o telefono) entro le ore 16.00, seguendo le direttive e le norme igieniche decretate.

La fatturazione della merce ordinata e consegnata, avverrà in un secondo tempo a cura del Municipio.

Regole di protezione valide per tutti

Mantenere la distanza è il modo migliore per proteggersi. Se ognuno lo fa siamo tutti protetti. Il Consiglio di Stato in collaborazione con il Medico cantonale ha lanciato la campagna “Distanti ma vicini. Proteggiamoci ora”. Attraverso la campagna vengono veicolate le regole di comportamento e le precauzioni che tutti dobbiamo applicare per proteggere noi ed i nostri cari.

Per ogni informazione aggiuntiva sul Coronavirus, vi rimandiamo al sito internet www.ti.ch/coronavirus ed alla Hotline Coronavirus attiva tutti i giorni dalle 07.00 alle 22.00, al numero telefonico 0800 144 144.

 

 

                                                                                   IL MUNICIPIO

Vai all'inizio della pagina